top of page

Combattere l'allergia primaverile in modo naturale: erbe e funghi medicinali per alleviare i sintomi

Aggiornamento: 3 lug 2023


La primavera è arrivata e insieme ai meravigliosi fiori, spunta anche l'allergia. Le allergie si manifestano quando il nostro sistema immunitario risponde in modo anomalo a sostanze esterne come polline, peli di animali, muffe, alimenti e altre sostanze irritanti. In presenza di allergeni, il nostro corpo produce anticorpi che causano sintomi come starnuti, tosse, occhi che prudono, naso che cola e, in casi gravi, reazioni anafilattiche. I sintomi possono variare da lievi irritazioni a reazioni molto serie.


Per combattere i sintomi delle allergie primaverili, soprattutto nei bambini, si possono utilizzare rimedi naturali come il Ribes Nero, una pianta dalle proprietà antibiotiche e antinfiammatorie. Le gemme della pianta contengono flavonoidi e glicosidi che agiscono come antistaminico e riducono le infiammazioni, mentre le foglie contengono sostanze depurative del sangue. I semi del Ribes Nero sono ricchi di acidi grassi essenziali che prevengono la formazione di trombi nei vasi sanguigni. Inoltre, i frutti della pianta sono ricchi di vitamine e sostanze che proteggono i vasi sanguigni e contrastano le infiammazioni.



Esistono anche altre erbe che possono aiutare contro l'allergia primaverile, come ad esempio la rosa canina, che grazie alla presenza di vitamina C e flavonoidi ha proprietà antinfiammatorie e antistaminiche che aiutano ad aumentare le difese immunitarie e contrastare gli stati infiammatori. L'ortica è una pianta con proprietà antistaminiche e antinfiammatorie, inoltre contiene vitamina C e antiossidanti che aiutano a rafforzare il sistema immunitario e a ridurre i sintomi allergici.


Anche la camomilla è una pianta antinfiammatoria e antispasmodica che può aiutare a ridurre i sintomi delle allergie primaverili, in particolare quelli che interessano gli occhi. La radice di liquirizia è un antinfiammatorio naturale che può aiutare a ridurre l'infiammazione delle vie respiratorie e a migliorare il benessere generale. La scutellaria è una pianta con proprietà antistaminiche e antinfiammatorie che può aiutare a ridurre i sintomi delle allergie primaverili, soprattutto quelli che interessano il naso e la gola.


Oltre alle erbe, in natura possiamo trovare degli ottimi alleati contro le allergie, come i funghi medicinali.


Tra questi, il Reishi è consigliato sia per il trattamento che per la prevenzione di condizioni allergiche. Grazie alla presenza di quattro principi attivi antistaminici, il Reishi inibisce il rilascio di istamina, la sostanza che causa i sintomi infiammatori dopo una reazione allergica.



Il Cordyceps contiene sostanze che stimolano il sistema immunitario ed ha proprietà antinfiammatorie e antiossidanti che aiutano a combattere l'infiammazione cronica e a rallentare i processi di invecchiamento.



Lo Shiitake, invece, contiene lentinano, un beta-glucano in grado di stimolare macrofagi, linfociti T e cellule Natural Killer, ovvero i globuli bianchi che riconoscono ed eliminano sostanze potenzialmente dannose per l'organismo. Infine, il Maitake è ricco di betaglucani, principi attivi in grado di rinforzare le difese dell'organismo e di stimolare l'attività di specifici globuli bianchi come i macrofagi, i linfociti T e le cellule NK (natural killer).



Questi funghi medicinali possono essere utili nella cura di diversi tipi di allergie, tra cui quelle stagionali come la rinite allergica, l'allergia da polline e l'allergia al nichel. A differenza dei farmaci tradizionali, che spesso causano effetti collaterali, i funghi medicinali lavorano per disintossicare e riequilibrare il sistema immunitario in modo naturale. Ad esempio, per l'asma allergica, i funghi medicinali possono aiutare a ridurre l'infiammazione, la produzione di muco e a regolare il sistema immunitario.


Per massimizzare l'efficacia delle proprietà antiallergiche delle erbe e dei funghi di cui abbiamo parlato, è bene iniziare ad assumere gli integratori diversi mesi prima della stagione delle allergie stagionali. Ad esempio, per l'allergia alle graminacee, febbraio rappresenta il periodo ideale per cominciare una "pulizia del terreno" per armonizzare la reattività individuale al polline. In questo modo, le proprietà naturali delle erbe e dei funghi possono agire in modo preventivo e aiutare le persone allergiche a evitare reazioni violente, e di godere invece appieno dei prati fioriti tipici della bella stagione primaverile.


Bianca Ioppolo Copyright © 2023. Tutto ciò che è riportato su di questo sito web, documentazione, contenuti, testi, il logo, il lavoro artistico e la grafica sono di proprietà dell'autore, sono protetti dal diritto d´autore nonche dal diritto di proprietà intellettuale. Sarà quindi assolutamente vietato copiare, appropriarsi, ridistribuire, riprodurre qualsiasi frase, contento o immagine presente su di questo sito perchè frutto del lavoro e dell´intelletto dell´autore stesso. È vietata la redistribuzione e la pubblicazione dei contenuti e immagini non autorizzata espressamente dall'autore.

24 visualizzazioni

Comments


bottom of page