top of page

Come gestire l'ansia con integratori alimentari

Aggiornamento: 3 lug 2023



Educarsi sull'uso degli integratori per l'ansia: identificare gli ingredienti essenziali per un impiego sicuro e informato.

Gli integratori per l'ansia sono prodotti che possono essere acquistati senza la necessità di una prescrizione medica, tuttavia ciò non significa che siano privi di controindicazioni o inefficaci.


Questi integratori sono principalmente di origine erboristica e sono costituiti da piante medicinali o estratti di piante, sotto forma di foglie fresche o secche per le tisane, capsule, compresse, gocce, tinture madri e altri tipi di prodotto.


Ci sono molti integratori disponibili per alleviare l'ansia, ciascuno con propri principi attivi, meccanismi di azione, farmacodinamica e farmacocinetica distinti. Tuttavia, lo scopo di questo articolo non è quello di fornire un elenco completo dei prodotti disponibili sul mercato, ma di illustrare quali ingredienti potrebbero essere presenti.


In questo modo, i consumatori possono consultare attentamente l'etichetta degli integratori per l'ansia e comprendere gli eventuali effetti benefici che questi prodotti possono offrire in base alla loro condizione.



Raccomandazioni per l'assunzione degli integratori per l'ansia

Le raccomandazioni per l'utilizzo degli integratori per l'ansia sono fondamentali per garantire un'assunzione sicura ed efficace. In generale, gli integratori per l'ansia sono considerati sicuri e privi di grossi effetti collaterali.

Tuttavia, è sempre consigliabile consultare preventivamente il proprio medico curante o uno specialista per assicurarsi che il consumo degli integratori sia appropriato e adeguato alle proprie esigenze e condizioni di salute.


In particolare, per alcune categorie di pazienti, come ad esempio coloro che assumono già farmaci per curare l'ansia o che sono affetti da particolari patologie, può essere necessario un approfondito esame medico prima di iniziare l'assunzione di integratori per l'ansia.

Inoltre, è importante rispettare la posologia consigliata dall'etichetta degli integratori e non superare le dosi indicate. L'astensione dall'utilizzo degli integratori per l'ansia in condizioni fisiologiche speciali, come la gravidanza e l'allattamento, è altrettanto fondamentale per evitare potenziali rischi per la salute.


Prima di descrivere i vari tipi di integratori per l'ansia, è importante fornire una definizione precisa di questo disturbo psicologico.

Secondo l'American Psychiatric Association, l'ansia si caratterizza come un'anticipazione apprensiva sproporzionata di un pericolo o di un evento negativo futuri e realmente non pericolosi, accompagnata da sintomi spiacevoli di disforia o tensioni fisiche.

La conoscenza di questa definizione può aiutare il consumatore a comprendere meglio il proprio disturbo e a scegliere l'integratore per l'ansia più adatto alle proprie esigenze.



Gli integratori alimentari per combattere l'ansia: come possono aiutare e quali sono le opzioni disponibili

Esistono molte cause dell'ansia, ma gli integratori possono essere un valido aiuto per alleviare i sintomi del disturbo. Tuttavia, l'efficacia degli integratori può variare a seconda dello stile di vita del soggetto e dell'adozione di alcune tecniche di gestione dell'ansia, come il training mentale o la consulenza psicoterapeutica.


Inoltre, è importante prestare attenzione alla dieta, poiché alcuni alimenti possono avere un impatto sul sistema nervoso e ormonale, aggravando i sintomi dell'ansia.


Alcuni professionisti suggeriscono di eliminare la caffeina e l'alcol, regolare il consumo di carboidrati e moderare l'assunzione di alimenti dolci. Inoltre, è consigliabile verificare la presenza di eventuali allergie o intolleranze alimentari.


Per quanto riguarda gli integratori per l'ansia, ne esistono diversi tipi, tra cui quelli a base di Kawa-kawa, erba di San Giovanni, Fiori di Bach, valeriana e griffonia. Tuttavia, è importante utilizzarli sotto la guida di un medico o terapeuta, in quanto alcuni di essi possono causare effetti collaterali indesiderati.


Ad esempio, gli integratori a base di valeriana possono determinare nausea, vomito, vertigini e mal di testa se assunti ad alte dosi.


In generale, gli integratori a base di piante possono avere un effetto calmante, alleviare il dolore, favorire il sonno e migliorare la concentrazione, contribuendo a contrastare l'ansia e la depressione. Tuttavia, è sempre meglio parlare con un medico o terapeuta prima di

assumere qualsiasi integratore.


Federico Giorgini Copyright © 2023. Tutto ciò che è riportato su di questo sito web, documentazione, contenuti, testi, il logo, il lavoro artistico e la grafica sono di proprietà dell'autore, sono protetti dal diritto d´autore nonche dal diritto di proprietà intellettuale. Sarà quindi assolutamente vietato copiare, appropriarsi, ridistribuire, riprodurre qualsiasi frase, contento o immagine presente su di questo sito perchè frutto del lavoro e dell´intelletto dell´autore stesso. È vietata la redistribuzione e la pubblicazione dei contenuti e immagini non autorizzata espressamente dall'autore.

28 visualizzazioni

Comments