top of page

Come trovare la motivazione per perdere peso e mantenersi in salute

Aggiornamento: 3 lug 2023



La chiave per dimagrire: comprendere la motivazione e le cause del fallimento.

Dimagrire richiede motivazione, ma questo non è ovvio. Molte persone che cercano di perdere peso non riescono a raggiungere i risultati desiderati o a mantenerli nel tempo. Le ragioni di questo fallimento sono molteplici e diverse, e bisogna distinguere tra le cause reali e le scuse. Tuttavia, l'errore è dell'individuo, e colpevolizzarsi non è utile.


Per aumentare le probabilità di successo, è importante comprendere le cause principali del fallimento nella perdita di peso. Secondo l'esperienza degli esperti ambulatoriali e degli allenatori, la mancanza di motivazione è la ragione principale.

Quindi, quando si dice "vorrei dimagrire ma non ci riesco", significa che non si è sufficientemente motivati. La motivazione deve nascere dall'individuo stesso, ma un buon dietista o un personal trainer possono fornire un esempio positivo e stimolare la motivazione.

Fortunatamente, molti hanno compreso l'importanza della motivazione nella perdita di peso, ma il tasso di successo medio delle terapie alimentari e dei percorsi di cutting nella cultura estetica sembra non essere cambiato. Per questo motivo, è importante indagare su ciò che spinge le persone ad intraprendere un percorso dimagrante. Nel prossimo paragrafo, verrà approfondita la differenza tra "motivo" e "motivazione", e in che modo l'uno influisce sull'altro.



Motivo e Motivazione a confronto

Il motivo e la motivazione non sono la stessa cosa e non hanno un rapporto proporzionale. La motivazione è l'energia che alimenta la volontà e la perseveranza, e nasce dal motivo o dalla causa per la quale si vuole dimagrire. Più importante è il motivo, maggiore è la probabilità di successo.

Il motivo è una costante, mentre la motivazione è una variabile che cambia continuamente. Per sostenere la motivazione, è necessario rimanere concentrati sull'obiettivo principale, giorno dopo giorno.


Se l'impegno richiesto è troppo pesante, ossessivo o insostenibile, allora la causa è sproporzionata. Ad esempio, un uomo che vuole dimagrire solo per mostrare la tartaruga addominale in spiaggia, ma continua a bere birra e mangiare cibo poco salutare, non ha una motivazione sufficiente.

D'altra parte, una donna obesa che rischia l'insufficienza epatica ha un motivo forte per dimagrire e quindi una motivazione costante.

La motivazione per dimagrire può essere elevata anche senza una causa medica, grazie alla passione, determinazione e costanza. Inoltre, alcuni soggetti sono più predisposti psicologicamente di altri.


Tuttavia, ci sono anche situazioni in cui il mantenimento della motivazione diventa più importante del motivo stesso. Questa circostanza può portare a disturbi del comportamento alimentare.

Spesso, la mancanza o la perdita della giusta motivazione per dimagrire è dovuta a un'instabilità emotiva o a un mancato equilibrio psicologico.



Equilibrio emotivo: un fattore importante per dimagrire

L'equilibrio emotivo è essenziale per il processo di dimagrimento. La frustrazione causata dal fallimento nel perdere peso può ridurre la tollerabilità del programma. L'uso eccessivo di cibo e alcol, oltre a essere dannoso per la salute, potrebbe indicare una condizione di fragilità emotiva, che alimenta un ciclo negativo.


È necessario intervenire sull'equilibrio emotivo prima di tutto se non si riesce a raggiungere l'obiettivo di dimagrimento. Spesso le persone che cercano di dimagrire continuano a fallire a causa di problemi psicologici. Il bisogno di piacersi e piacere agli altri è un meccanismo diffuso nella società occidentale contemporanea, e la bassa autostima può causare malumore, ansia e sintomi depressivi.


Per questo motivo, avvicinarsi all'immagine ideale di bellezza diventa un dovere, anche se spesso impossibile da adempiere. La percezione del proprio corpo è influenzata da molte variabili, e la bassa considerazione di sé stessi e il tono dell'umore possono influenzare negativamente il processo di dimagrimento.


È importante concentrarsi sulla riduzione dello stress per migliorare l'equilibrio emotivo e trovare la giusta motivazione per dimagrire.



Consigli per motivarsi a dimagrire

È consigliabile rivolgersi a un professionista se si desidera ottimizzare la perdita di peso. Infatti, coloro che si sentono sicuri delle proprie conoscenze e abilità perdono generalmente più peso. Inoltre, è importante concentrarsi sul motivo o la causa che genera la motivazione e ricordare tutti i benefici del dimagrimento, come la prevenzione di malattie metaboliche e una maggiore fitness corporea.


Bisogna inoltre apprezzare i progressi periodici e prefissarsi degli obiettivi SMART (specifici, misurabili, realizzabili, realistici e basati sul tempo). È fondamentale concentrarsi sugli aspetti positivi del processo e cercare obiettivi realistici, evitando le diete FAST. Una perdita di peso del 5-10% dell'iniziale può già avere un grande impatto sulla salute.


Infine, è utile tenere un diario alimentare, festeggiare i successi, creare un supporto sociale e formalizzare l'impegno rendendolo pubblico. È importante anche prevedere festività e ricorrenze e non essere troppo duri con sé stessi.

Infine, imparare ad amare e apprezzare il proprio corpo è un aspetto chiave del processo di dimagrimento.


Federico Giorgini Copyright © 2023. Tutto ciò che è riportato su di questo sito web, documentazione, contenuti, testi, il logo, il lavoro artistico e la grafica sono di proprietà dell'autore, sono protetti dal diritto d´autore nonche dal diritto di proprietà intellettuale. Sarà quindi assolutamente vietato copiare, appropriarsi, ridistribuire, riprodurre qualsiasi frase, contento o immagine presente su di questo sito perchè frutto del lavoro e dell´intelletto dell´autore stesso. È vietata la redistribuzione e la pubblicazione dei contenuti e immagini non autorizzata espressamente dall'autore.

コメント


bottom of page